Proclamazione


Cerignola, 11 dicembre 2010

Prot. n. 585/2010

Eccellenza Rcverendissima e carissima,

la notizia telefonica benevolmente fattami giungere e la lettura sull'Osservatore Romano con cui il Santo Padre ha autorizzato codesto Venerabile Dicastero ad emettere il decreto sulla croicità delle virtù del nostro Servo di Dio "Don Antonio Palladino", mi hanno riempito
l'animo dì profonda gioia e con me esultano i sacerdoti, la Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento e i fedeli tutti.
Come non sentire profonda graditudine nei riguardi di Vostra Eccellenza, artefice mirabile c tessitore sagace dell'intera opera-azione palladinìana? La velocizzazione delle tappe rituali a favore dd nostro Servo di Dio è solo ed esclusivamente di Vostra Eccellenza. Ed è giusto che Le venga riconosciuto questo merito da chi nutre nei riguardi di Vostra Eccellenza una incommcnsurabile stima e affettuosa amicizia episcopale.
Crazie, Eccellenza carissima, di guanto ha. farto per la Chiesa diocesana di Cerignola- Ascoli Satriano e, soprattutto, per la passione tipicamente meridionale che La caratterizza e messa a servizio di una causa meritevole di squisita attenzione. Insieme con me Le sono grati i sacerdoti tutti, specialmente i compagni di seminario, la Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento e i fedeli di Cerignola-Ascoli Satriano. Il Signore gliene renda meriti! Sarà stato contento anche il nostro Servo di Dio, che dal cielo avrà nei
Suoi riguardi una speciale protezione.
Lieto di riaverLa in diocesi per il triduo programmato e condividete la Sua calda, esuberante e fraterna presenza, rinnovo gli auguri più belli di Santo Natale e di ogni bene, e gradisca un forte abbraccio.
Sempre memore e in comunione di preghiera, mi creda

Suo aff.mo
nel Signore

 

don Felice, Vescovo


__________________________
A. S. E. Rev.ma
Mons. Michelc Di Ruberto
Segretario
Congregazione delle Cause dei Santi
Piazza Pio XII, 10
00193 - Roma

Cerignola, 11 dicembre 2010

Emminenza Reverendissima,

apprendo con intima e profonda gioia dall' Osservatore Romano che il Santo Padre, riccvendoLa in udienza, ha autorizzato l'Eminenza Vostra Reverendissima nella qualità di Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il decreto riguardante le virtù eroiche del nostro Servo di Dio "Don Antonio Palladino", sacerdote diocesano e fondatore della Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento.
Come non esprimerLe profonda graditudine, a nome della Chiesa diocesana e della Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento, per l'interesse e l'attenzione manifestati sin dall'inizio della consegna della Positio? Eminenza, Ella ci ha voluti davvero bene! Grazie di vero cuore per la visita compiuta in diocesi e per il dono della Sua parola ai sacerdoti e all'assemblea dei fedeli in Cattedrale.
In tal senso, mentre Le rinnovo i miei più fervidi auguri per l'elezione cardinalizia, evento che riempie l'animo di santo orgoglio i figli della Chiesa molfettese, oso chiederLe, compatibilmente con le Sue tante incombenze, un ritorno in diocesi per dare giusto rilievo al decreto sulle virtù eroiche del nostro don Palladino.
Questa sera, nel contesto della domenica Gaudete, dopo il conferimento dell'ordinazione sacra del presbiterato ad un giovane della diocesi, darò l'annunzio ai convenuti alla solenne celebrazione. Occasione migliore il Signore non poteva riservarci per esprimerGli il gaudio e il rendimento di grazie per sì bel traguardo.
In attesa dell'evento natalizio, Le auguro un Santo Natale, mentre è gradita la circostanza per significare all'Eminenza Vostra Reverendissima i sensi della mia profonda stima e confermarrni

Suo
dev.mo nel Signore


Felice di Molfetta
Vescovo

____________________________
A Sua Eminenza
il Sig. Card. Angelo Amato
Prefetto
Congregazione per le Cause dei Santi
Piazza Pio XII, 10
00193 - Roma